Loading...

In Primo Piano | Speciale Imprese 4.0

Intervista a Davide Barboni, titolare della Stireria Budrio e portavoce Cna Bologna per il mestiere delle tintolavanderie

“Tintolavanderie 4.0, un mix di nuove tecnologie, multiservice e competenza artigiana”

Barboni, di recente ha partecipato all’iniziativa dedicata alle Tintolavanderie 4.0 organizzata da Cna Bologna e Firbimatic che ha visto la presenza di numerose realtà imprenditoriali. Qual è, come si usa dire, lo stato dell’arte del settore per quanto riguarda l’innovazione?
Direi più che buono, nel senso che, come ha dimostrato anche la riuscita giornata di informazione e formazione organizzata da Cna Bologna, sul mercato italiano sono approdate e disponibili numerose tecnologie di nuova generazione che consentono un notevole salto in avanti per la nostra tipologia di lavoro. Sia per quanto riguarda la qualità del servizio offerto, sia sotto l’aspetto ambientale, che non è certo secondario.

Quali sono, dal suo punto di osservazione, le esigenze più sentite da parte dei clienti in termini di miglioramento dei servizi?
La più evidente è la rapidità del servizio, ovvero la possibilità di avere i propri capi di vestiario lavati e stirati il prima possibile. Ma sta crescendo anche la richiesta di servizi aggiuntivi, come ad esempio la piccola sartoria. E questo, come ho potuto constatare anche nell’ambito della mia attività, è un aspetto particolarmente interessante per una possibile evoluzione delle tintolavanderie che, in ottica multiservice, potrebbero diventare punto di riferimento per quanto riguarda la cura dei capi di vestiario.

Su quali, fra le tecnologie disponibili, secondo lei è opportuno investire e quali vantaggi comportano in termini competitivi per le imprese che innoveranno?
Per quanto riguarda le tecniche di lavaggio, le tecnologie 4.0 più interessanti sono le nuove macchine che utilizzano solventi e detergenti alternativi a quelli tradizionali che hanno il vantaggio principale di limitare molto l’usura dei capi e poi di essere meno impattanti in termini ambientali. Dal punto di vista del miglioramento del servizio, sono disponibili innovativi sistemi di automazione che velocizzano notevolmente i tempi di consegna e ritiro dei capi e consentono anche di avvisare il cliente in tempo reale, con un messaggio sullo smartphone.

Ovviamente chi si doterà di queste tecnologie sarà in grado di rendere più efficiente la propria tintolavanderia ed ottenere vantaggi in termini di competitività. Ma nel nostro lavoro resterà comunque fondamentale valorizzare la competenza artigiana, ovvero la capacità, attraverso la cura e la professionalità nella gestione dei capi e nei rapporti con il cliente, di garantire migliori risultati in termini di qualità rispetto ad altre tipologie di esercizi commerciali che operano nel settore.

Un’ultima domanda, nel vostro ambito le imprese sono per la maggior parte di piccole dimensioni, quanto e perché è importante il ruolo del sistema creato da Cna Bologna per supportarle nel percorso di evoluzione verso Impresa 4.0?
L’interesse verso l’innovazione delle nostre aziende è forte e c’è propensione a investire. Chiaramente non è sempre semplice per l’imprenditore capire da dove è meglio cominciare, su quali investimenti puntare e come accedere alle agevolazioni previste. Il ruolo del sistema messo in campo da Cna è quindi fondamentale sia nel supportare le imprese, attraverso la consulenza, nell’individuazione delle soluzioni tecnologiche più adatte per sviluppare e migliorare la loro attività e ad ottenere gli incentivi, sia, con la formazione, per far sì che l’innovazione diventi effettivamente un valore aggiunto.

Profilo

Davide Barboni, bolognese, classe 1987, lavora nel settore delle tintolavanderie dal 2009 iniziando l’attività professionale nell’azienda di famiglia a Budrio, fino a diventarne socio unico nel 2015. Oltre al servizio completo di lavanderia, la sua impresa offre servizio di sartoria, calzolaio, confezionamento di tovaglie e articoli per la casa. Opera anche conto terzi sempre per lavanderie e collabora in alcune lavorazioni con ditte di confezione. E’ portavoce Cna Bologna per il mestiere delle tintolavanderie.

stireriabudrio@libero.it