Loading...

In Primo Piano | Speciale Imprese 4.0

Intervista ad Antonella Grassigli, co founder e CEO di Doorway

“Con l’equity crowdinvesting le PMI vanno sui mercati internazionali”

Doorway è una start up nata di recente a Bologna per operare nell’ambito dell’equity crowdinvesting. Può spiegarci perché avete scelto questo campo di attività e come funziona questa forma di finanziamento?

Doorway nasce con l’idea di facilitare l’incontro tra PMI e investitori, in modo da consentire all’azienda di reperire le risorse per la digitalizzazione e l’accesso ai mercati internazionali, e all’investitore di contribuire alla crescita generale dell’ecosistema, nell’ottica di una “ricchezza generativa” che non guarda solo a un immediato profitto ma alla creazione di valore economico diffuso sul territorio.
Ecco come funziona: l’azienda, necessariamente costituita in forma di società di capitali, offre sulla piattaforma web di Doorway una certa percentuale del proprio capitale sociale (in genere mai più del 25%, quindi una quota minoritaria) ponendosi un target di raccolta fondi (il “crowdfunding”) per un periodo di tempo che può andare dai 45 ai 60 giorni. Se la raccolta va a buon fine, cioè se il target di raccolta viene raggiunto, le risorse entrano nelle casse dell’azienda come capitale di rischio, e gli investitori diventano soci effettivi della società. Soci che non partecipano alla gestione, che viene rigorosamente mantenuta dall'imprenditore, ma che possono apportare competenze specifiche, esperienza internazionale e un network ampio e consolidato.
Il prossimo 28 maggio, in un workshop presso la sede CNA di Bologna, illustreremo nel dettaglio il funzionamento dello strumento alle aziende associate.

Per quali ragioni un imprenditore interessato ad evolvere la sua azienda ad Industria 4.0 dovrebbe scegliere di avvalersi dei vostri servizi e come si avvia e si svolge il percorso?

L'imprenditore di oggi sa che deve innovare i processi, i prodotti e le competenze interne per stare sul mercato e crescere. Il processo di innovazione, però, ha dei costi che spesso ne impediscono, o quantomeno rallentano, lo sviluppo.
La nostra piattaforma di equity crowdinvesting consente sia di raccogliere capitali per sostenere gli investimenti in innovazione sia di espandere il proprio network.
La nostra "crowd" sarà infatti formata da imprenditori, professionisti e manager esperti in grado di dare un valore aggiunto agli imprenditori.
Il percorso inizia con una presentazione dell’azienda che espone la propria iniziativa. Gli advisor di Doorway fanno una prima selezione, confrontandosi con l’imprenditore sulla valutazione dell’azienda e sul percorso di investimento. La PMI viene quindi presentata sulla piattaforma solo dopo un’analisi rigorosa. Una volta conclusa positivamente la raccolta, garantiamo il monitoraggio dell’azienda per i successivi tre anni.

Quali sono, invece, i vantaggi per l'investitore e quali sono le motivazioni che lo potrebbero spingere ad effettuare investimenti in una PMI?

Il nostro target è costituito da investitori alla ricerca di opportunità di investimento che possano dare un ritorno economico interessante in un arco temporale di medio termine (4 -7 anni).
Nell’attuale contesto economico, dove spesso i rendimenti sono intorno allo zero, diventa fisiologico allocare una parte del proprio patrimonio in investimenti a maggior rischio ma ad alto potenziale.
E’ significativo dare un’occhiata ai risultati delle filiere emiliano-romagnole, come emergono dal decimo rapporto annuale sui distretti industriali presentato da Intesa Sanpaolo, per vedere come le nostre PMI abbiano tecnologia proprietaria, competenze ed enormi potenzialità di crescita.

Un’ultima domanda: in base alle vostre analisi sul sistema imprenditoriale bolognese, quali potrebbero essere i settori più pronti e interessati alla proposta di Doorway e perché?

Sono i settori nei quali il nostro territorio eccelle: la filiera del packaging, il settore meccanico, motoristico e meccatronico, l’agroalimentare, la moda, il medicale.
Infatti, come certificato anche dalla Strategia Regionale dell’Innovazione della Regione Emilia Romagna (“Smart Specialization Strategy”), abbiamo un sistema industriale fortemente integrato intorno a poche aree di specializzazione, altamente articolate al loro interno in orizzontale e in verticale, un sistema agricolo tra i più specializzati, orientato ai prodotti di qualità, un’alta specializzazione e attenzione all’innovazione di prodotto e di processo da parte delle imprese, sempre crescenti rapporti collaborativi tra imprese innovative e strutture di ricerca, un sistema di ricerca diffuso e abbastanza integrato col sistema produttivo e un’alta propensione all’export.

Profilo

Doorway Srl è una start up innovativa fondata da quattro Business Angels per innovare l’industria della raccolta di capitali di rischio destinati a start up e PMI, tramite una esclusiva piattaforma Fintech di Equity Crowdinvesting che sarà autorizzata dalla Consob, dedicata e rivolta a Business Angels, Family Office, e in generale a Investitori Qualificati per supportare lo sviluppo e l’internazionalizzazione di start up e PMI ad alta scalabilità.
Con altri importanti player italiani e soprattutto europei, condividiamo la visione di contribuire a creare un mondo dove ricchezza e competenze sono veicolate in maniera efficiente verso i migliori imprenditori, le migliori innovazioni, le aziende con i business più promettenti.
La missione è supportare Business Angels, Family Office, Imprese e Investitori con capacità finanziaria medio-alta nel diversificare il loro patrimonio, canalizzando parte della loro dotazione finanziaria verso l’economia reale, supportando gli imprenditori più dotati e i modelli di business più innovativi e costruendo un portafoglio diversificato.

www.doorwayplatform.com
antonella.grassigli@doorwayplatform.com